Verificare se il PC è compatibile con Windows 10

Verificare se il PC è compatibile con Windows 10

Il 14 Gennaio 2020 terminerà il supporto a Windows 7. Il sistema operativo sarà comunque utilizzabile anche dopo la fine del supporto, il problema è che non riceverà più gli aggiornamenti di sicurezza da parte di Microsoft diventando così vulnerabile a virus e attacchi esterni. Per chi possiede ancora un PC con Windows 7, prima di imbattersi nell’acquisto di uno nuovo, può essere utile Verificare se il PC è compatibile con Windows 10.


Verificare se il PC è compatibile con Windows 10

Requisiti per l’installazione di Windows 10

Come indicato sul sito ufficiale della Microsoft i requisiti minimi necessari per determinare se il nostro computer supporta Windows 10 sono i seguenti

  • Processore: da 1 gigahertz (GHz) o superiore oppure System on a Chip (SoC)
  • RAM: 1 gigabyte (GB) per sistemi a 32 bit o 2 GB per sistemi a 64 bit
  • Spazio su disco rigido: 16 GB per sistemi a 32 bit, 32 GB per sistemi a 64 bit
  • Scheda video: DirectX 9 o versione successiva con driver WDDM 1.0
  • Schermo: 800×600

Queste informazioni sono reperibili sia dalla scheda tecnica del nostro PC che tramite svariati software disponibili in rete.
Anche la stessa Microsoft mette a disposizione un tool che permette di verificare se il nostro PC supporta Windows 10: Update Assistant.

Come utilizzare Windows 10 Update Assistant

Per utilizzare il tool Assistente aggiornamento Windows 10 la prima cosa da fare è recarsi a questo link, scaricare l’eseguibile e avviarlo al termine del Download

download windows update assistant

Dopo averlo avviato, nella prima schermata, ci verrà mostrato il contratto di licenza: clicchiamo su Accetta per far avviare la scansione

contratto di licenza windows update assistant

La durata della verifica della compatibilità dipende dalle caratteristiche del nostro computer. Al termine, se il nostro PC è compatibile con Windows 10, ci verrà mostrato l’esito positivo.

Verificare se il PC è compatibile con Windows 10. Esito scansione

Il tool, come indicato nella schermata della conferma della compatibilità, si occupa anche di avviare la fase di aggiornamento a Windows 10.
La procedura di aggiornamento a Windows 10 da una versione precedente del sistema operativo (Windows 7, Windows 8, ecc..) prevede l’inserimento di una chiave di licenza valida.
Se non siamo ancora in possesso di una licenza possiamo bloccare la fase di aggiornamento cliccando su Annulla l’aggiornamento

annulla aggiornamento


N.B. anche se il programma di aggiornamento gratuito da Windows 7 e Windows 8.1 a Windows 10 è terminato a luglio 2016 sembra che comunque la procedura sia ancora valida. Ovviamente se si effettua l’aggiornamento partendo da una copia originale dell’OS. Alla richiesta della licenza dovrebbe essere sufficiente inserire quella legata al sistema operativo da cui si sta effettuando l’aggiornamento.
Nel caso la licenza non dovesse essere accettata basterà acquistarne una: sono disponibili anche su Amazon ed eBay (licenze Windows 10 Amazon, licenze Windows 10 eBay).

Cosa fare se il PC non supporta Windows 10

Se la verifica della compatibile con Windows 10 non dovesse andare a buon fine, e vogliamo continuare ad utilizzare un OS di casa Microsoft, non ci resta che optare per l’acquisto di un nuovo PC.
Potete optare per uno equipaggiato già con Windows 10 (Computer Windows 10 Amazon) o prenderne uno FreeDos (PC FreeDos Amazon) a cui abbinare una licenza valida.

Maggiori informazioni sulla fine del supporto a Windows 7 le trovate a questo link.

A presto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *